Il concerto



Torna a casa!


É l'ora di tirare le somme, sperando di non colpire in testa nessuno - mah! Comunque eccovi qualche impressione personale a freddo per voi naviganti.

Prima penso che sia d'obbligo un piccolo resoconto per la gente che non é venuta a vederci; la serata é iniziata con uno show porno del PenX che si é denudato davanti ad un pubblico femminile - é inutile dirlo - in visibilio, quindi dopo un po' di cori col pubblico per scaldare l'ambiente sono partiti gli EcoGroup (d'ora in poi EG) con un intro seguita da "13"; é stato quindi il momento di PenX (d'ora in poi P) che ha aperto la sua performance con "Dedicato" seguito dal "Buffone degli EG.
Terminava qui la prima parte della serata; terminava in modo di dire, in quanto, dopo ripetute insistenze da parte del P si sono avvicendati sul palco per una mini-jam di freestyle nell'ordine: PenX, Siero (Zona Zero), MancaNome, Urano (5 Potere), Strato (BCK) che hanno intrattenuto il pubblico con le loro indubbie capacità strappando anche generosi applausi.
Iniziava quindi la seconda parte del concerto che vedeva P attaccare col suo pezzo preferito: "Lascia che il colore" mentre il pubblico si lasciava andare ad applausi a "scena aperta" per l'MC più bello del contado dopo il quale era di nuovo il turno degli EG impegnati in un pezzo contro chi li critica per non sapere fare fristail: "Mister Convinto" seguito infine da una strofa di "Lettera X Lettera" di P.
Si era oramai arrivati alla fine, e i signorini sul palco (P + EG) hanno voluto concludere alla grande con un pezzo fatto insieme: "Emme Enne". Ha iniziato Alu-K che, ad un certo punto, é stato costretto ad improvvisare perchè - come dicono maligne voci di corridoio - si era dimenticato il testo, in successione é dopo il ritornello é arrivato P che, a differenza dell'ultima volta, non si é per fortuna dimenticato niente, e infine Cianuro che ha chiuso la sequela di rime.

Era giunta ormai l'ora dei saluti: da parte di entrambi i gruppi o rappresentanti di tali c'è stato un univoco riconoscimento al'instancabile opera di PROMOZIONE ed ORGANIZZAZIONE svolta da Ernesto Cino e Pablo Mattia P@zzia (SLURP SLURP), poi gli amici arrivati da ogni parte della provincia per assistere al "megaeventomusicale" e infine il P che ha ringrazziato gli ispiratori della filosofia del Punto G: Riccardo Schicchi e Daniele Luttazzi.

E questo é tutto: gli artisti si sono divertiti un casino, la gente in sala pure, e non diversamente é andata per il gestore del locale; molte delle signorine intervenute si sono poi a lungo intrattenute con P per instaurare nuove "amicizie".

--Riccardo Schicchi - RFC


1997 Black Sheep & Tha Family. All rightz rezerved.